Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_tokyo

Aggiornamento ai connazionale n. 1 dell'8 aprile 2011 ore 12.00

Data:

18/05/2011


Aggiornamento ai connazionale n. 1 dell'8 aprile 2011 ore 12.00

EMERGENZA NUCLEARE e RISCHIO SISMICO

Il sisma di ieri 7 aprile alle 23:50 di magnitudo 7.4 ed intensita' di 6+ (sulla scala giapponese di 7) in alcune zone di Miyagi e 3+ a Tokyo ha determinato la temporanea sospensione di numerosi servizi ferroviari nella regione del Tohoku e del Kanto del Nord, incluse le linee shinkansen Tohoku, Yamagata e Akita.
Si consiglia quindi di consultare le informazioni fornite dal sito JR-East.

Il sisma non ha avuto conseguenze rilevanti nella centrale di Fukushima-I dove sono proseguite le operazioni in corso (v. sotto). Le Autorita' giapponesi hanno comunicato che anche negli altri impianti nucleari delle zone colpite da questo ulteriore sisma - in particolare a Rokkasho e Higashi-dori (prefettura di Aomori), Onagawa (Miyagi), Fukushima-II e Tokai (Ibaraki) - non si sono registrate conseguenze di rilievo.

Alla centrale di Fukushima-I continua l'operazione di iniettare azoto nella struttura di contenimento del reattore n. 1. L'intervento e' stato deciso a scopo precauzionale, per evitare il rischio di ulteriori detonazioni dovute alla presenza di idrogeno all'interno del reattore.

Nelle stesso tempo, procede lo sversamento in mare di acqua debolmente radioattiva che si e' reso necessario per liberare i contenitori in cui sara' trasferita l'acqua altamente contaminata rinvenuta principalmente nei locali dell'edificio turbine del reattore n. 2.

Sono state effettuate nuove misurazioni del contenuto di plutonio in diversi altri punti nelle immediate vicinanze della centrale. Come nel caso riportato nei giorni scorsi, non si sono registrati livelli diversi di concentrazione rispetto a quelli corrispondenti ai valori di riferimento del fondo. Questi dati confermano ulteriormente la non significativita' di contaminazione da plutonio. Nello stesso tempo, sono in costante diminuzione i livelli di radioattivita' ambientale (principalmente Iodio-131 e Cesio-137) misurati all'ingresso della centrale.

Contaminazione del cibo

Il 4 aprile e' stata rilevata per la prima volta presenza di cesio nel pescato di provenienza dalla regione marittima a nord della prefettura di Ibaraki. In particolare, sono stati rinvenuti ammoditi (noti in Italia come "cicerelli") con un contenuto di cesio di 526 Bq/kg. A seguito della fissazione da parte delle Autorita' giapponesi del limite ammissibile di 500 Bq/kg sul pescato, e' scattata con effetto immediato una misura preventiva delle locali associazioni dei pescatori che hanno deciso di sospendere la pesca al largo nella prefettura di Ibaraki. Le Autorita' nipponiche seguitano intanto a svolgere controlli capillari su tutti i tipi di pescato per individuare possibili altri segnali di contaminazione anche nelle zone antistanti le Prefetture di Chiba, Miyagi e Iwate. La pesca nelle acque della prefettura di Fukushima era stata gia' sospesa all'indomani dello tsunami dell'11 marzo. Il sito del Ministero della Salute riporta gli aggiornamenti sulle rilevazioni in questione e su tutti i tipi di alimenti.

 


301