Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_tokyo

Accordo di cooperazione

 

Accordo di cooperazione

 

Il fondamento della cooperazione scientifica e tecnologica tra l’Italia ed il Giappone è l’ Accordo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra il governo italiano e quello giapponese, firmato a Roma il 7 Ottobre 1988.  Lo strumento attuativo delle linee di indirizzo tracciate dal Protocollo sono i Programmi Esecutivi che, dal 1988, si sono succeduti con scadenze biennali o quadriennali.

Attualmente le iniziative di cooperazione bilaterale approvate dai Ministeri degli Esteri italiano e giapponese sono quelle inserite nell' 10° Programma Esecutivo per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica che, firmato a Tokyo il 15 maggio 2013, resterà in vigore fino al 2015 (documento relativo).

Di particolare valore è, inoltre, la Dichiarazione di Intenti per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica stipulata tra il MIUR (Ministero dell’Istruzione, della Università e della Ricerca) e il MEXT (Ministry of Education, Culture, Sport, Science and Technology) del 16 Novembre 2004.  Nello stesso giorno è stata firmata anche la Dichiarazione Congiunta tra Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e la Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA).

Esistono oltre 150 accordi di cooperazione bilaterale firmati tra Università, Istituti di Ricerca o tra singoli Gruppi di Ricerca (database MIUR-CINECA).

Informazioni sulla comunità dei Ricercatori italiani sono reperibili nel sito web DA VINCI.

E' stato recentemente creato un gruppo di discussione "Ricercatori italiani in Giappone" sul network LinkedIn.
 


40