Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_tokyo

EMERGENZA GIAPPONE - INFORMAZIONI AI CONNAZIONALI  14 Mar  h 18:00

Data:

18/05/2011


EMERGENZA GIAPPONE - INFORMAZIONI AI CONNAZIONALI  14 Mar  h 18:00


Situazione connazionali

Il numero dei connazionali residenti nella regione colpita dal sisma e dal maremoto di venerdi’ 11 marzo, con i quali non e’ stato ancora possibile stabilire un contatto, e’ sceso a 2 persone.

Al fine di non distogliere il personale dell’Ambasciata dalle attivita’ di assistenza dei connazionali e dei loro familiari e dalla gestione delle segnalazioni delle persone non rintracciabili, che si assommano agli ordinari servizi allo sportello, normalemente operanti per il pubblico in orario d’ufficio, si invitano coloro che necessitano soltanto di informazioni, di NON presentarsi in Ambasciata, ma di rivolgere le proprie richieste telefonicamente ai numeri attivi 24 ore su 24 (03 3453 5274 e 03 3453 5142), oppure via e-mail all'indirizzo consular.tokyo@esteri.it




Emergenza nucleare


La detonazione, preventivata, verificatasi oggi alle 11.01 nella centrale nucleare Fukushima I ha interessato l’involucro piu’ esterno del reattore numero 3, ed e’ stata innescata dall’eccesso di pressione dell’idrogeno contenuto, cosi’ come avvenuto sabato pomeriggio per il reattore numero 1.

 


Le conseguenze non sono risultate allarmanti dal punto di vista della solidita’ della struttura di contenimento del reattore e delle emissioni di radiazioni, che sono rimaste nei valori gia’ registrati nei giorni scorsi intorno al reattore numero 1. Il vapore fuoriuscito dall’involucro esterno e’ stato disperso dai venti in direzione dell’Oceano Pacifico.

 



Rischio sismico


La scossa tellurica verificatasi alle 10.02 con epicentro nella prefettura di Ibaraki, e’ risultata essere di magnitudo 6,2. L’allarme maremoto diffuso subito dopo e’ rientrato nel corso della mattinata. Non sono stati segnalati feriti. Si e’ potuto constatare che questo terremoto, che e’ stato classificato di intensita’ 5 su 7 nella scala giapponese, e che ha avuto origine a circa 100 chilometri dal centro di Tokyo, non ha fatto registrare nessuna conseguenza nella capitale. Si tratta di un dato interessante dal punto di vista della comparazione con le previsioni della Japan Meteorological Agency
http://www.jma.go.jp/jma/indexe.html diffuse ieri (vedasi nostro aggiornamento del 13 marzo ore 23.59).

 



Interruzione erogazione elettricita’


L’interruzione programmata della corrente elettrica annunciata per tutta la giornata di oggi nella regione del Kanto (con l’esclusione della citta’ di Tokyo), e’ stata posticipata al tardo pomeriggio, con probabile inizio fra le 18.00 e le 19.00, e potrebbe durare fino alle 22.00. Per maggiori dettagli, si ricorda di consultare il sito web:
http://www.tepco.co.jp/en/index-e.html

 



Collegamenti aerei e trasporti


Dal punto di vista dei trasporti, i collegamenti aerei da e per Tokyo, in particolare per quanto riguarda quelli di Alitalia, stanno operando regolarmente. Il volo AZ785 per Roma delle 14.15, e’ partito imbarcando tutti i passeggeri che si sono presentati al check-in. Il volo AZ787 per Milano e’ partito intorno alle 17.00, avendo soddisfatto tutte le richieste di imbarco e con una ventina di posti ancora disponibili. Si ricorda che Alitalia ha attivo un call center (tel. 03 3568 1588) e un desk all’aeroporto di Narita (tel 0476 327 811). Le condizioni applicate da Alitalia sono consultabili sul link:
http://www.alitalia.com/IT_IT/news/50168_aznews_2011_03_11_shared.aspx?page=1

 


Fra le altre compagnie aeree, si segnalano le seguenti informazioni desumibili dai rispettivi siti web:

 



Finnair:


Tickets bw. 12 and 18 March can be modified.

 

More info:http://www.finnairgroup.com/info/index_9.html

 



 

 

British Airways:


Rebooking free of charge for flights scheduled until 19 March.

 

More info:http://www.speedbirdclub.com/jp/all-news/commercial-policies/condicarr/japan/

 


 

 

KLM:


Rebooking free of charge for flights scheduled until 20 March.


More info:
http://www.klm.com/travel/jp_ja/prepare_for_travel/up_to_date/flight_update/index.htm

 


 

 

Swiss International:


Rebooking free of charge for flights scheduled until 20 March.

 

More info:http://www.swiss.com/web/EN/various/Pages/breaking_news.aspx

 


 

 

Austrian Airways:


One-time rebooking for OS51 and OS52 flights between 12 and 20 March is free of charge.

 

More info:http://www.austrian.com/Info/Flightinformation/Tokyo%20Info.aspx?cc=JP&sc_lang=en

 



Scandinavian SAS
:


Rebookingallowed for flights SKö94 and SK983 schedule for 11 and 12 March. 

More info:http://www.flysas.com/en/jp/Promotions-and-prices/Information--Earthquake/

 



Turkish Airlines
:


Flight TK50 between Narita and Istanbul flies on schedule.

http://www.turkishairlines.com/ja-JP/corporate/news/announcements/announcement.aspx?aid=6140

 


Il personale dell’Ambasciata distaccato a Narita per assistere i connazionali in arrivo e in partenza, ci ha confermato come i numerosi passeggeri che hanno trascorso la notte in aeroporto sono stati capillarmente e adeguatamente assistiti dal personale dello scalo, ricevendo coperte, bevande e alimenti. Dalla mattinata in poi non si e’ registrato un afflusso eccessivo di viaggiatori.

 


Piu’ problematica e’, invece, la situazione per l’accesso all’aeroporto di Narita.

Il collegamento ferroviario diretto da Tokyo “Narita Express” non e’ funzionante, cosi’ come la linea Skyliner e la Keisei. Per aggiornamenti delle tratte operate da JR, e’ possibile consultare il sito web http://traininfo.jreast.co.jp/train_info/e/kanto.aspx. In pratica, attualmente e’ possibile dirigersi a Narita soltanto su gomma, in taxi o con il servizio di Limousine Bus. Quest’ultimo, peraltro, non accetta al momento prenotazioni ed e’ consigliabile salire sugli autobus in partenza dalla stazione di Shinjuku, e dal Tokyo City Air Terminal (TCAT) di Suitengumae, raggiungibili agevolmente con la Yamanote Line e la metropolitana, anziche’ dagli hotel presso i quali fa tappa.

In considerazione, peraltro, della congestione del traffico (questa mattina intorno alle 8 ci sono stati segnalati 20 chilometri di coda sull’autostrada proveniente da Chiba e dall’aeroporto, in entrata a Tokyo), e’ necessario mettere in preventivo diverse ore per effettuare il tragitto di circa 70 Km.


205