Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_tokyo

COMUNICATO DELL'AMBASCIATA - EMBASSY PRESS RELEASE

Data:

18/05/2011


COMUNICATO DELL'AMBASCIATA - EMBASSY PRESS RELEASE

D'intesa con il Governo giapponese, l'Ambasciata d'Italia esorta le aziende italiane a non sospendere le loro attivita' di import-export in Giappone.

Il sisma di magnitudo 9 e lo tsunami che ne e' seguito hanno colpito duramente una vasta area del Paese causando migliaia di vittime e dispersi.

Ora piu' che mai il Giappone e la sua gente hanno bisogno di contare sui prodotti e sui beni alimentari provenienti dall’estero per fronteggiare il difficile momento.

Il Giappone infatti dipende dalle importazioni per il 60% del proprio fabbisogno alimentare.
Inoltre, un rallentamento delle esportazioni nipponiche aggraverebbe ulteriormente la gia’ difficile situazione economica.

La salute dei propri operatori e’ una priorita’ che gli operatori del settore possono tutelare adeguando la logistica delle proprie attivita’ commerciali in Giappone.

L'Ambasciata d'Italia invita pertanto tutti gli operatori del settore import/export – i trasportatori, gli spedizionieri, le compagnie di navigazione, i noleggiatori e le compagnie cargo – a non sospendere le loro attivita' nei porti e negli aeroporti giapponesi per assicurare il mantenimento della piena operativita' dei canali commerciali fra il Giappone e l’estero.






PRESS RELEASE 


In agreement with the Japanese government, the Embassy of Italy urges the Italian companies not to suspend their import-export activities in Japan.

The earthquake of magnitude 9 and the following tsunami hit hard a large area of the country resulting in thousands of dead or missing.

Now more than ever, Japan and its people need to rely on the products and food coming from abroad to face these difficult moments.

Japan depends on imports for 60% of its food supply. In addition, a slowdown in its exports would worsen the already difficult economic situation.

The health of their workers is a priority that trading and transport companies can protect by adapting the logistics of their activities in Japan.

The Embassy of Italy invites all stakeholders of the import-export sector – carriers, shippers, shipping companies, charterers and cargo companies – not to suspend their activities in Japanese ports and airports to maintain the trade flow with Japan fully operational.



 



203